fuoco acquaCapita spesso di sentire qualcuno che esprime dubbi sulla casa in legno perchè, come tutti sanno, il legno è un materiale combustibile. Non tutti sanno, però, che una struttura realizzata in legno, ed in particolare una struttura in legno lamellare o bilama, in caso di incendio è addirittura più resistente di una struttura in acciaio o alluminio.

Questo avviene per una serie di ragioni. Anzitutto gli elementi strutturali in legno sono compatti e di grandi dimensioni e quindi non si infiammano facilmente, richiedendo elevate temperature e tempi di esposizione prolungati per iniziare la combustione.

Per capire meglio questo concetto, si pensi a quanto è facile accendere un mucchietto di segatura e a quanto è difficile, invece, appiccare il fuoco ad un ceppo di legno intero: sono entrambi di legno, ma il ceppo che è compatto e più voluminoso, è più resistente alla fiamma.

Inoltre, le strutture in legno di un moderno edificio in legno sono in buona parte rivestite e circondate da pannelli di materiali incombustibili, come, ad esempio, il gessofibra e ciò contribuisce a proteggerle da un incendio che si dovesse sviluppare all'interno.

Infine, le strutture in legno hanno un sistema di protezione contro la fiamma: la carbonizzazione; quando il fuoco lambisce la struttura, la superficie esterna dell’elemento strutturale viene carbonizzata, creando una barriera naturale che ritarda la penetrazione della fiamma all’interno dell’elemento in legno.

D'altro canto, invece, le strutture metalliche di cui nessuno si preoccuperebbe in caso di incendio, presentano un rischio molto più elevato: esposte alle alte temperature, perdono la loro resistenza molto infretta e possono crollare improvvisamente e dopo breve tempo dall'inizio dell'incendio.